TG-1 * Transgallaxys Forum 1

Advanced search  

News:

.
MedWatch, das ist gelogen!

######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ########

Mit der SPD haben die Bürger die Arsch-Karte gezogen

######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ######## ########

Die infantile Andrea Nahles ist die 'Kacke'-Prinzessin der SPD


Pages: [1]

Author Topic: Hamer e l'antisemita Iwan Götz  (Read 2809 times)

italix

  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 55
Hamer e l'antisemita Iwan Götz
« on: January 18, 2009, 05:02:45 PM »

da:

http://www.ariplex.com/nmwiki/index.php?title=Iwan_G%C3%B6tz

-----------------------------------------------

Iwan Götz (soprannominato Esra Iwan Götz o Wanja Sibirjak, nato il 28.09.1947) è un berlinese di origine russa (è nato a Nowosibirsk, in Siberia) e si muove nella scena della Nuova Medicina Germanica, dei “governi commissari del Deutsches Reich”, delle cure alternative “psichiche” e del revisionismo politico che nega l’esistenza dell’olocausto.

==Le sue dichiarazioni==
Secondo quanto afferma egli stesso, sua madre sarebbe stata deportata dalla Germania in Siberia (Russia) nel 1946, e lui avrebbe passato i suoi primi 22 anni in Siberia. Sarebbe poi diventato fabbro. Götz afferma di essere il figlio di un generale del KGB, e sarebbe poi diventato lui stesso agente del KGB con il nome fittizio di “Grigori” (http://www.mfs-insider.de/Presse/Grigori1.htm). In qualità di Grigori avrebbe prelevato alcuni bambini dagli asili infantili della DDR per offrirli a politici di spicco, pedofili, dell’Occidente, e sarebbe anzi giunto in contatto con l’assassino e pedofilo belga Marc Dutroux. All’inizio del 1969 sarebbe giunto nella DDR e sarebbe diventato interprete e detective privato nella “Siberian Scout”. Dopo la caduta della DDR, ha accusato molti politici di essere pedofili e di aver stuprato bambini. Tra questi: Jörg Schönbohm, Ole von Beust, Johannes Rau (ex presidente dello Stato), Kuno Böse, Rainer Eppelmann e Richard von Weizsäcker (un altro ex presidente dello Stato). Götz si è però meravigliato che le sue accuse non hanno interessato la giustizia tedesca. Accuse simili sono state avanzate da una certa Janett Seemann, anch’essa proveniente dall’ambiente politico di destra come Götz. Götz la considera una “compagna di battaglia”
L’antisemita Götz si autonomina in pubblico “ebreo” e “rabbino superiore”. Allo stesso tempo, però, nega di essere un ebreo in diversi suoi testi, che pubblica sulle pagine web di un membro del partito di estrema destra NPD di Mittweida (Sassonia) su internet. Götz afferma di essere membro della comunità ebrea della città di Halle (“Synagogengemeinde Halle”) e a questo proposito mostra su internet una tessera contraffatta. Si vede che manca il numero di registrazione. Secondo le informazioni fornite dalla Synagogengemeinde Halle, Götz non è mai stato membro -e non lo è tuttora- di questa comunità. Anche la “Union Progressiver Juden in Deutschland e.V.” (Associazione degli ebrei progressisti in Germania) ha dichiarato in un comunicato pubblico del 9.1.2008, che Götz non è mai stato membro della Synagogengemeinde Halle e non è o è stato membro della UPJD o della WUPJ internazionale. La WUPJ e la UPJD non conoscono alcuna istituzione ebraica o autorità che potrebbero aver rilasciato a Götz il titolo di “rabbino” o “rabbino superiore”. Dal momento che il titolo di “rabbino” e “rabbino superiore” non sono titoli protetti da alcuna legge tedesca, non esistono possibilità giuridiche per impedire a Götz di usare questi titoli in pubblico in modo fuorviante.
Anche il sedevacantista ed ultraconservatore tedesco Rolf Hermann Lingen cita Götz nei suoi scritti su internet. Alcuni pamphlet di Götz sono stati stampati dalla casa editrice di destra Franken Bücher Verlag, che oggi è chiamata Andromeda Buchversand.

==Attività come antisemita e negatore dell’Olocausto==
Götz è stato condannato in passato secondo l’articolo 130 del codice penale tedesco (“istigazione all’odio tra i popoli”) e il giorno 26.1.09 sarà processato di nuovo per tale reato. Alla fine del 2006 aveva distribuito a Berlino alcuni volantini con un contenuto antisemita. Solo dalla zona di Charlottenburg-Wilmersdorf sarebbero giunte 20 denunce contro questi volantini. Secondo la polizia di Berlino potrebbe essere “non punibile” per i suoi reati: questo fa pensare che possa essere affetto da una grave malattia mentale.
Götz afferma che nel dicembre del 2006 sarebbe stato membro di una conferenza sull’olocausto a Teheran, in Iran.

All’inizio del 2007 Götz ha tenuto una conferenza insieme con un certo Michael Wegner in un ristorante-bar di Stralsund, parlando della “lotta del governo tedesco contro il proprio popolo”. Erano stati invitati, come spettatori paganti, alcune personalità dell’economia locale, come l’assessore locale per l’ordine pubblico di Stralsund Dirk Bierwerth e perfino alcuni poliziotti. L’organizzatore era una certa “ICG Industry Consulting Group” -una presunta associazione internazionale non-commerciale- che agirebbe per “informare in modo diverso dai mass media, che sono manipolati e controllati”, e che agirebbe senza essere influenzata da un intontimento controllato deliberatamente da tali media. Come referenti erano stati indicati solo i membri di questa presunta associazione ICC. La pagina web della ICC (ora cancellata) mostrava un testo di Götz nel quale affermava che “gli ebrei succhierebbero centinaia di miliardi di euro dal popolo tedesco, usando la bugia propagandistica dello sterminio di massa degli ebrei”. Götz, nella sua relazione nel ristorante-bar e davanti alle camere del network TV NDR, negava l’Olocausto degli ebrei europei: «la notte dei cristalli è stata organizzata degli ebrei (…) ma l’Olocausto non è mai esistito! È stato qualcosa che si sono inventati loro», ha affermato nella registrazione della TV NDR. Per le persone presenti, tuttavia, queste parole non sono state un buon motivo per intervenire. Il capo dell’assessorato per l’ordine pubblico Bierwerth ha affermato, durante la stessa registrazione, che si trattava di «una teoria molto interessante. Non dico di più… lo ascolto, ho letto parecchie cose a questo proposito, ed ero molto interessato a saperne di più». La pubblica accusa ha intentato causa a Götz e confiscato il nastro del NDR. Il processo averra il giorno 26.1.2009 a Anklam.

==Relazioni con Ryke Geerd Hamer==
Götz viene descritto da Ryke Geerd Hamer, l’inventore della Nuova Medicina Germanica, come un “rabbino migrante” (Wanderrabbiner) e “rabbino superiore” (Oberrabbiner), e lo cita come testimone per le proprie affermazioni antisemitiche e pseudomediche. Seguendo tali convinzioni, il 17.12.2008 Götz ha firmato a Sandefjord -insieme con altre persone- un documento nel quale viene dichiarato assurdamente che tutti i rabbini e gli oncologi ebrei del mondo sarebbero al corrente che la dottrina hameriana sarebbe giusta, e che tutti i pazienti ebrei si curerebbero con tale metodo. Invece, questo non avverrebbe nel caso di pazienti non-ebrei, e ciò avrebbe condotto al genocidio di 20 milioni di pazienti. Ovviamente non vengono mostrate prove per tali affermazioni. Il documento è stato pubblicato su internet dal suo fedele aderente alla dottrina hameriana Helmut Pilhar, nonché tradotto anche in italiano sul sito della “Secondo Natura S.r.l.”, ex “Amici di Dirk S.r.l.”, dietro la quale opererebbe l’associazione Alba guidata dall’ex barista Marco Pfister.
Secondo quanto riportato da un blogger svizzero, Hamer avrebbe cercato -invano- di trovare nel Talmud indizi per le sue idee. Secondo Götz, nel Talmud si troverebbe la prova che la terapia della Nuova Medicina Germanica vada negata ai pazienti non-ebrei. Il Talmud (Mischna e Gemara) è stato però scritto diversi secoli fa, ben prima dell’invenzione della Nuova Medicina Germanica. Anche la ricerca condotta da Hamer sull’intero testo intero del Mischnajoth (il blogger aveva mandato il testo ad Hamer) non ha portato ad individuare alcuna prova per le sue affermazioni.
Secondo Hamer, Götz sarebbe l’unico rabbino superiore della Germania e avrebbe lavorato con l’agente del KGB Vladimir Putin. Secondo Hamer, Putin e Götz sarebbero da considerare agenti ebrei del KGB di altissimo livello, e sarebbero stati informati dei presunti crimini perpetrati verso i pazienti non-ebrei.

In Germania, i fedeli della Nuova Medicina Germanica hanno avanzato dubbi fin da subito sull’autenticità del presunto rabbino antisemita. La presentazione del falso rabbino da parte di Hamer e Pilhar ha avuto come risultato una dissociazione da Hamer in tutti i tre forum tedeschi a favore della NMG. Viene addirittura avanzata l’ipotesi complottista che Götz sia un “agente infiltrato” che compie gesti massonici per danneggiare l’immagine di Hamer.
Altre attività

Götz è anche apparso come traduttore di un film russo a proposito di Neuschwabenland per la web-tv di Erscheinung “Secret-TV”, che si occupa di teorie del complotto. La Neuschwabenland è una di queste, secondo la quale le SS sopravvissute alla fine della seconda Guerra Mondiale si sarebbero rifugiate nel continente antartico, in una regione detta appunto “Neuschwabenland”, ovvero “Nuova Svevia”).
Götz in passato si è considerato ministro degli affari esteri dello “Stato libero di Sassonia”, nel governo fittizio di un certo Olaf Thomas Opelt. Inoltre si era nominato ambasciatore speciale dello “Stato del Regno Libero di Prussia” (Sonderbotschafter des Reichslandes Freistaat Preußen) e nel 2008 fu eletto con 39 voti come presidente del Volks-Bundesrath (una specie di parlamento fittizio di un altrettanto fittizio Regno), ma dopo poco tempo è stato poi destituito da tale “carica”, sempre con 39 voti su un totale di 39.

==Citazioni==
«È il nostro compito numero uno: liberare i patrioti tedeschi Dr. Ryke Geerd Hamer, Ernst Günter Kögel e Ernst Zündel dalle mani dei Neonazisti. I loro mercenari hanno imprigionato questi uomini all’interno delle “istituzioni ebraiche di sterminio” JVA dove, secondo i manipolatori, devono morire» (nota bene: secondo il gergo di Götz, Neonazisti significa “sionisti nazionali”, e non si riferisce affatto agli esponenti dell’estrema destra)

==Biografia criminale==
Secondo quanto afferma egli stesso, Götz è stato condannato numerose volte in Germania:
*tre anni a piede libero per istigazione all’odio tra i popoli
*per truffa (Amtsgericht Bergheim AZ:43 Ds 554/05)
*due volte per diffamazione di un giudice durante i processi
*uso illecito del titolo dottore: condanna a 8 mesi a piede libero
*ricettazione: aveva venduto una macchina rubata
*possesso illegale di armi a fuoco: sei mesi a piede libero
*contraffazione di documenti: aveva mostrato una carta di identità falsa, nella quale pretendeva di essere un cittadino del fittizio Regno Tedesco (Deutsches Reich) - sentenza Amtsgericht Berlin-Tiergarten Ds 45 Js 16 09/04)
Le sue frequenti condanne hanno destato il sospetto che Götz possa essere affetto da una malattia mentale. Di conseguenza è stato esaminato almeno due volte da uno psichiatra. Ha dovuto restituire la patente di guida “per sospetta malattia mentale”. Un giudice ha tentato di imporgli un tutore, ma invano.
Logged

Zollstein

  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 120
Re: Hamer e l'antisemita Iwan Götz
« Reply #1 on: August 08, 2017, 12:07:06 PM »

Ernst Zündel ist gestern gestorben.

Ich beklage, daß ich mich nicht nicht beklagen darf.

[*quote*]
Europe
Ernst Zündel, Holocaust Denier Tried for Spreading His Message, Dies at 78

By SEWELL CHANAUG. 7, 2017

Photo
Ernst Zündel, standing, at his trial in 2005. Credit Thomas Lohnes/Agence France-Presse — Getty Images

Ernst Zündel, who from a ramshackle Victorian house in central Toronto churned out books, posters, audiotapes and memorabilia denying the Holocaust and spreading neo-Nazi messages worldwide, died on Saturday at his home in Bad Wildbad, Germany. He was 78.

The death was confirmed by Marina Lahmann, an official in the town. No cause was provided.

Mr. Zündel was convicted twice, in 1985 and 1988, under a rarely invoked law criminalizing the knowing publication of false news that caused, or was likely to cause, harm to the public interest, which the authorities interpreted to include Canada’s commitment to tolerance.
[*/quote*]

Read the full story:
https://www.nytimes.com/2017/08/07/world/europe/ernst-zundel-canada-germany-holocaust-denial.html?smid=tw-nytimesworld&smtyp=cur

Logged
Pages: [1]